Studio Legale Scappini - Approfondimenti e novità normative

STUDIO LEGALE SCAPPINI

Diritto Civile della Persona e della Famiglia - Diritto delle Successioni

Tel. +39 0456400009

info@studioscappini.it
avvmatteoscappini@ordineavvocativrpec.it

HOME    AREE DI COMPETENZA    APPROFONDIMENTI    DOVE SIAMO    CURRICULUM    CONTATTI








Approfondimenti e novità normative

CLICCA QUI
per richiedere un appuntamento





Laureato presso la Facoltà di Giurisprudenza
dell'Università di Trento





Iscritto all'Albo Ordinario degli Avvocati
presso l'Ordine degli Avvocati di Verona





Iscritto all'Albo Speciale degli Avvocati
abilitati al patrocinio dinnanzi la corte di Cassazione
e le altre Giurisdizioni Superiori
tenuto dal Consiglio Nazionale Forense





Socio dell'AIAF
(Associazione Italiana degli Avvocati
per la Famiglia e per i Minori)





Socio dell'UGCI
(Unione Giuristi Cattolici Italiani)

Diritto della Persona e della Famiglia

La crisi coniugale

Il momento della crisi o, sarebbe forse meglio dire, i momenti di crisi, prima o poi, arrivano per tutte le coppie.
A volte si tratta di crisi leggere, che possono manifestarsi in semplici e banali disaccordi, piccoli litigi, o semplici momenti di stanchezza, normali in un rapporto: i così detti "alti e bassi" della vita. Meno gravi, se subito affrontate e risolte con il dialogo.
A volte si tratta però di crisi più gravi: gravi, o per l'intensità delle tensioni che vengono a crearsi (violenze verbali o fisiche, gravi abusì sul coniuge o sui figli minori); oppure gravi perchè si trascinano nel tempo, allontanando gradualmente sempre più i coniugi, fino al punto da farli sentire come due estranei.
[...]Cosa significa esattamente separarsi? Che tipi di separazione esistono?...[leggi tutto]



La Prova del disconoscimento di paternità ed ammissibilità dell’azione di disconoscimento del nascituro nella filiazione da fecondazione assistita

Nel caso di procreazione medicalmente assistita, in particolare nel caso specifico di fecondazione assistita eterologa, essendo irrilevante il dato genetico (essendo certi ab origine che il nascituro non sia figlio biologico del presunto padre), oggetto di prova ai fini del disconoscimento di paternità è unicamente l’insussistenza del consenso del marito al concepimento attraverso tale pratica da parte della moglie (cfr. art. 4, comma 2, lett. b e art. 6, legge n. 40/2004; C. Cost., 10/06/2014, n. 162; Cassazione Civ., Sez. I, 11/07/2012, n. 11644; Trib. Cagliari, ord. 02/05/2015), prova che può quindi essere acquisita dal Giudice anche anteriormente alla nascita, consentendo quindi di giungere alla sentenza di disconoscimento in tempi più rapidi, e ciò a beneficio del minore...[leggi tutto]



Va riconosciuto l'assegno divorzile alla cinquantenne inoccupata, affetta da disturbi depressivi

Con ordinanza n. 21140 del 02 ottobre 2020, la I Sezione civile della Corte di Cassazione ha riconosciuto il diritto all’assegno divorzile ad una donna che all'età di 55 anni era rimasta inoccupata e aveva subito un peggioramento dello stato di salute (Disturbo depressivo)...[leggi tutto]



Contributo al mantenimento dei figli e criterio di proporzionalità ex art 337 ter comma 4 c.c.

Con una recente pronuncia del 16 settembre 2020, la numero 19299, la Sesta Sezione Civile della Corte di Cassazione ha cassato la sentenza di una Corte d'Appello, in quanto nella decisione con cui veniva determinato il contributo per il mantenimento dei figli, è risultato completamente assente il raffronto tra i redditi dei due coniugi....[leggi tutto]



Consentito il pernottamento del figlio in tenera eta' presso il padre, se manca un concreto pregiudizio

Con ordinanza n. 16125 del 28/07/2020, la I Sezione Civile della Corte di Cassazione, confermava una decisione della Corte D'Appello di Cagliari, che aveva riconosciuto ad un padre il diritto al pernottamento con il figlio ancora in tenera età (2 anni), inizialmente negato dal Tribunale di Sassari in forza dell'assunto pregiudizio derivante dalla tenerà età del bambino....[leggi tutto]



Volontaria Giurisdizione

Amministratore di sostegno, tutore o curatore?

A cosa serve l'amministratore di sostegno? Cos'è il Tutore?

Quando capita di avere un genitore od un parente anziano, che ci si rende conto essere non piu' autosufficiente nel gestire la cura della propria persona o del proprio patrimonio, o un figlio o fratello o altro parente comunque incapace (per una disabilità psichica, per una menomazione sopraggiunta, o per abuso di alcolici o di sostanze stupefacenti) di avere cura della propria persona e del proprio patrimonio, proprio per questi casi, la soluzione offerta dalla legge è quella dell'amministratore di sostegno o, nei casi più gravi, del tutore.
...[leggi tutto]



La vendita di immobile di soggetto incapace

Molto spesso, in molte famiglie, accade che un anziano genitore, che magari da qualche anno vive solo nella propria casa, si trovi nella condizione di necessità di dover essere inserito in una struttura, dove poter ricevere cure ed assistenza adeguate, oramai non più erogabili a domicilio. In questi casi, molto spesso, anche per sostenere la retta della casa di riposo, si rende necessario pensare la vendita dell'immobile. Cosa accade però se il genitore non è più pienamente capace di intendere e di volere? [...leggi tutto]










  

  
CLICCA QUI
per richiedere un appuntamento

Studio Legale Scappini

Avvocato
Matteo Scappini

Via Castelletto n. 14
37019 Peschiera del Garda - VR
(Italia)

Tel. +39 0456400009

info@studioscappini.it
avvmatteoscappini@ordineavvocativrpec.it

P.IVA IT03049880234

Codice Fiscale: SCPMTT73R16L781M

Codice Destinatario (SDI): W7YVJK9



 



Privacy e cookies policy

  
  
studioscappini.it - versione 5.0
Copyright © 2010-2020 - Tutti i diritti riservati

Note Legali